Perché ho la sensazione di aver vissuto questo prima. Scoprilo!

Sicuramente hai anche notato quella strana sensazione nel bel mezzo di una conversazione, quando arrivavi in ​​un posto nuovo o facevi una passeggiata e improvvisamente pensavi: "questo l'ho già vissuto". Anche se sei pienamente consapevole che questo non può essere il caso, quella sensazione ti invade e la stranezza ti afferra.

Poiché è qualcosa di molto soggettivo, è molto difficile analizzare perché questo ci accade, non può essere ricreato in un laboratorio ed è per questo che è uno dei grandi misteri che la nostra mente conserva, o almeno lo era ora.

Viaggio astrale ?, Premonizioni?, Ricordando i sogni?, Ti chiedi perché hai la sensazione di averlo vissuto prima ?

Scoprilo! in .com ti portiamo le chiavi in ​​modo da capire perché questo fenomeno accade.

Hai avuto un déjà vu?

Quando abbiamo questa sensazione di sperimentare qualcosa che abbiamo già sperimentato prima, parliamo di déjà vu, che in francese significa "già vissuto" . Sebbene questa sensazione sia molto vivida, non possiamo ricordare quando l'abbiamo vissuta o perché sembra così familiare, essendo un'esperienza che dura per pochi secondi.

Questo fatto non è qualcosa di nuovo, nella letteratura di tutti i tempi possiamo trovare descrizioni e narrazioni che parlano di questa sensazione di rivivere la stessa scena, scrittori come Dickens o Proust hanno soprannominato déjà vu, in parallelo, per decenni gli scienziati cercano di trovare una spiegazione che superi le teorie paranormali e magiche.

Da questi studi siamo stati in grado di apprendere che fino al 60% delle persone sono in grado di sperimentarlo, emergendo dall'età di 8 anni ed essendo più abituale fino all'età di 25 anni, specialmente quando sotto pressione o stressati.

Cosa dice la scienza

Anche se popolarmente è stato esteso che il déjà vu è il ricordo di un sogno e ci sono persino persone che credono che sia il ricordo di un'altra vita o qualcosa che accadrà in futuro, la scienza è stata in grado di chiarire ciò che sta accadendo nel nostro cervello quando soffriamo questa sensazione Di seguito spiegheremo alcune delle teorie sul déjà vu che hanno guadagnato più forza:

Tra memoria a breve e lungo termine

Tutti gli studi che sono stati fatti oggi coincidono nello stesso punto e cioè che questo fenomeno è dovuto a un'anomalia psichica e non a esperienze paranormali. Qualcosa che riafferma questa tesi è che i déjà vu sono molto comuni nei pazienti affetti da epilessia, qualcosa che li collega a un'attività eccessiva nel lobo temporale del cervello, dove si trovano la memoria e la percezione sensoriale.

Una delle tesi predominanti è che esiste una sovrapposizione tra la memoria a breve termine e la memoria a lungo termine, cioè immagazziniamo come memoria a lungo termine qualcosa che abbiamo appena percepito, il che ci induce, per alcuni momenti, a credere che la situazione appartiene al passato quando vivevamo veramente per la prima volta.

Tra il conscio e l'inconscio

Tuttavia, quello che forse ha più accettazione tra la comunità scientifica è quello che spiegheremo di seguito e che, in parte, ha qualcosa a che fare con ciò che abbiamo appena visto.

Questa teoria crede che la sensazione di aver vissuto qualcosa prima sia dovuta a un ritardo nel percorso ottico . Il nostro occhio percepisce un'immagine, ma tra i millesimi di secondo che questo organo impiega per inviare quello stimolo al cervello, il nostro inconscio ha già memorizzato l'immagine, come quando il nostro cervello lo analizza, incapace di ricordare l'origine della nostra memoria, provoca quella sensazione di l'ho vissuto prima

Una spiegazione più quotidiana sarebbe quella di visitare una città che è stata vista in un film, ma che non è presente, per vederla dal vivo noteremo quella familiarità ma non saremo in grado di ricordare perché.

E se succede il contrario?

La maggior parte delle persone ha vissuto un déjà vu, quindi è un termine noto e popolare, qualcosa che molte persone non conoscono è il fenomeno del jamais vu, cioè, al contrario.

Il jamais vu è una paramnesia con cui la persona che sente si sente come luoghi o situazioni strani o irreali che gli sono in realtà familiari, qualcosa che, sebbene possa sembrare strano, accade al 60% della popolazione, raro, no ?

Anche se ti sembra strano, sicuramente lo hai sperimentato, ad esempio, quando ripeterai la stessa parola molte volte fino a quando alla fine perde il suo significato e diventa uno strano suono che non ha nulla a che fare con la parola originale. È anche comune nel mondo della musica, quando improvvisamente dimentichi una partitura che ha funzionato per mesi, puoi persino trovare oggetti e paesaggi, se osservi a lungo il punto che sembra strano.

La spiegazione scientifica di questo fenomeno si trova nel modo in cui il cervello analizza gli stimoli che riceve, quando ripetiamo una parola, guardiamo un paesaggio, o focalizziamo a lungo su qualcosa, il nostro cervello si stanca e smette di cercare un significato, quindi che all'improvviso sembra irreale o strano.

Queste indagini possono essere molto utili, perché si ritiene che lo stesso meccanismo che produce il jamais vu, che funziona in modo anormale, sia ciò che causa alcuni disturbi mentali come la schizofrenia, rimanendo cronicamente nel soggetto colpito.