Cosa faccio se mio figlio è vittima di bullismo

Il bullismo, più comunemente noto come bullismo, non dovrebbe mai essere trattato come un problema minore. Se nostro figlio si trova in queste circostanze, dobbiamo agire rapidamente ma essere cauti, in modo che le misure che adottiamo influenzino positivamente il bambino e non contribuiscano ad aumentare la loro sofferenza. In .com offriamo alcune linee guida che rispondono alla domanda su cosa faccio se mio figlio è vittima di bullismo.

Passi da seguire:

1

La prima cosa che devi fare prima di un sospetto di questo tipo è confermare che stai affrontando in modo efficace un caso di bullismo nei confronti di tuo figlio o, semplicemente, è una situazione puntuale che il bambino ha combattuto con alcuni compagni di classe ed è andare storto Se fosse quest'ultimo caso, dovresti agire semplicemente come un osservatore e lasciare che i bambini lo risolvano da soli. In ogni caso, ti consigliamo di leggere questo articolo che ti aiuterà a scartare o a confermare che tuo figlio sia vittima di bullismo .

2

Se, sfortunatamente, stai affrontando un caso di molestie scolastiche su tuo figlio, devi agire rapidamente. La prima cosa è andare a parlare con i responsabili della scuola, non solo con gli insegnanti di tuo figlio, ma anche con il direttore o il capo degli studi, che possono avere informazioni sui presunti molestatori che l'insegnante non conosce.

3

È inoltre consigliabile che comunichi la situazione all'associazione madre del centro (AMPA), poiché alcuni potrebbero non essere stati osservanti come te e potrebbero non essersi resi conto che i loro figli sono o sono stati vittime di bullismo e, Quando ti informi del tuo caso, possono dare senso a strani comportamenti dei tuoi figli.

4

In linea di principio, non è consigliabile contattare direttamente i genitori oi tutori dei presunti prepotenti di tuo figlio. La reazione naturale di loro sarà quella di difendere i propri figli, quindi potrebbero esserci situazioni di tensione . È preferibile che gli insegnanti o i funzionari scolastici siano coloro che informano i genitori di ciò che sta accadendo.

5

Se vedi che la scuola non prende misure prima del bullismo che soffre tuo figlio, non esitare, vai alla polizia per riferire cosa succede. La sofferenza dei bambini non può essere sottovalutata e si dovrebbe evitare che il bambino possa cadere in una depressione con conseguenze drammatiche. Inoltre, farai anche un favore ai piccoli aggressori. Mettendo l'accento su di loro, si possono provocare misure per rieducarli e impedire che diventino adulti delinquenti.

6

Per quanto riguarda il tuo bambino, fagli capire che non è lui la colpa di quello che è successo, dato che molti bambini tendono a incolpare se stessi quando subiscono il bullismo . Se la risposta della scuola è buona, non portarla in un'altra scuola, per evitare cambiamenti che possano segnarla. Prova ad analizzare il motivo per cui tuo figlio è stato vittima di bullismo. Forse dovresti provare a rafforzare la tua autostima, sia correggendo il tuo atteggiamento nei suoi confronti nel caso tu sia molto esigente, sia promuovendo attività extracurricolari o sport che sono di tuo gradimento.

7

In ogni caso, se la situazione ti supera, è consigliabile che tu vada con tuo figlio da uno psicologo specializzato in bambini o in casi di bullismo . Andare a un'associazione di persone colpite può anche darti delle linee guida su come superare la situazione che hai appena vissuto in famiglia.